Paulino, Rosana.Série Bastidores. (Xerox transferido sobre tecido, com bordados), 31,3 cm x 310x 1,1 cm. 1997. MAM / SP

 

Serie Telaio da ricamo (Fotocopia trasferito sul tessuto bianco, ricamati con fili neri)

 

Occhi e bocche cucite appaiono grossolanamente come simbolo della violenza alle donne, tenuto segreto nell'universo domestico: gli occhi che non possono vedere, la bocca che non parla, anche se ha voglia di urlare. Così, attraverso la cucitura che era presente nella sua vitafin dalla tenera età, di aver imparato a cucire con la madre, l'artista fa la trama di un elemento di discussione e allo stesso tempo creatoredi nuovi significati, riferendosi spesso alla violenza e oppressione verso le donne.

 

Telaio da ricamo: è questo tipo di struttura in legno circolare in cui si predica ciò che si desidera ricamare, formano la cornice di una condizione: figure stampati di donne nere senza voce. L'ufficio collegato a un corpo femminile che lavora in silenzio, la casa, tante volte, luogo di oppressione.

"Bastidores": in portoghese vuol dire: "telaio da ricamo", o pure: "dietro le quinte" - anche in questo senso, la donna è sempre sottomessa, messa in secondo piano, nascosta e priva di voce in un società maschilista.

 

Rosana Paulino è  artista brasiliana di San Paolo ed educatrice, nella sua opera indaga questioni relative al genere e razza, in particolarecon il tema delle donne nere in Brasile. L'artista di solito utilizza tecniche e oggetti tradizionalmente collegati all'universo femminile, delle arti applicate, visto come  lavori domestici e quindi femminile, come il cucito e il ricamo.

 

http://www.rosanapaulino.com.br/

 

                                                                                                                            Denise Demarchi

                            

                                                                                                                                                   <--